Mete per le vacanze

In terrazza. Il cielo azzurro a far da soffitto, le nuvole pigre si disperdono e lasciano il posto al calore del sole. Le piante contornano il perimetro e si lascian baciare dai raggi. Una leggera aria dona dinamicità al contesto. Alzo la testa dal computer e sbircio furtivamente lo specchio d’acqua che si vede in lontananza. Il Garda nella sua maestosità. La bellezza di agosto.
La meraviglia dell’avvicinarsi alle vacanze. La voglia di relax. Giorni dedicati alla semplicità ed alla cura di se stessi.
Qua oggi a scrivere l’ultimo articolo prima di staccare. L’anno scorso questo era toccato alla nostra Elisa, la quale ci aveva deliziato indicandoci tre mete all’insegna del design e dell’arte. Tre idee per coniugare design, arte e vacanze. In questo è stata aiutata dal suo esser Architetto dalle indubbie qualità e dalle grandi conoscenze culturali. Amante dell’arte e delle sue inclinazioni.
Il bello del nostro gruppo di lavoro è che siamo tre figure completamente differenti, per gusto, interessi, background, questo è un plus sia per il blog che per il nostro esser PersonalDesigners infatti nei nostri progetti puoi trovare la bellezza della contaminazione e della condivisione. Questo ci aiuta a trovare e creare il giusto mood rispecchiando al meglio chi sceglie noi per il progetto della sua nuova casa.
Ed allora, anche in quest’articolo, in questo spazio pre vacanze mi diverto a scriverti di altre mete, di altri viaggi di un altro punto di vista per divertirti nel mondo del design.
Sei pronto? Dai che partiamo…

Bene innanzitutto usciamo completamente dagli schemi precostituiti, proprio come facciamo noi PersonalDesigners quando progettiamo una nuova casa. In questo articolo elimino completamente i paragrafi ed i titoli. Esco dal tradizionale. Scrivo a braccio utilizzando la stessa emozione che metto nel mio lavoro di designer. Elimino il superfluo e tengo il necessario. Esco dal coro e ti parlo di design e tendenze, ma come posso unire queste alla vacanza al relax? Come creo il collegamento?
Non lo creo io. Lo crea la natura. Lo crea il contesto.

Nel corso degli anni maturando la mia esperienza ho avuto modo di vedere quanto possa esser stancante e stressante, costruire o ristrutturare casa. Soprattutto nel momento che vuoi intervenire su ogni aspetto sia organizzativo, gestionale, progettuale e realizzativo, magari con l’aggravante di non appoggiarti ad un designer. Bello il fai da te, vero? Il risultato poi generalmente ti riempie di orgoglio e ti regala emozioni intense. Ma talvolta è davvero faticoso.
Beh, ovvio lo dico da designer per cui devo dare un po’ di senso al mio lavoro… dai scherzi a parte in questi anni di lettura del nostro blog hai compreso che scriviamo per esserti d’aiuto e per farti progettare la tua casa in assoluta autonomia, almeno fin dove è possibile. Resta comunque il fatto che è davvero complesso. Ecco perchè il mio consiglio è di sfruttare questo periodo di relax, per ricaricare le energie, per staccare dal tuo progetto restando comunque sempre attivo sul pezzo. Divertendoti.



Ed allora dove ti porto quest’anno a ricercare il design? Quale meta così meravigliosa posso indicarti?! Design e relax?!
Te l’ho detto. Per farlo dobbiamo uscire dagli schemi. Anzi dobbiamo uscire.
Uscire e basta. Perchè la più grande expo di design è la natura! La natura e le sue inclinazioni che ha avuto sull’uomo!!
Leggendoci hai notato sicuramente quanto è presente la natura nei nostri articoli, negli ultimi mesi questa nostra inclinazione è ancora maggiore.
Attenzione però, io non ti sto dicendo natura nel senso di inserire piante all’interno della casa, o nel progettare la tua dimora con stile naturale. Questo è interessante ma non sarebbe uscire dagli schemi.
Il mio consiglio è quello di donarti relax immergendoti nella natura e trovare i risvolti di design che puoi poi inserire nel tuo progetto. Il bello è che per farlo, devi uscire di casa e goderti il mondo in relax. Una bella passeggiata in montagna al fresco nei boschi, magari in un sentiero impegnativo. In spiaggia meglio se libera cuocendoti al sole e lasciandoti massaggiare dalla sabbia. Oppure perchè no, in mezzo al mare a bordo di una barca lasciandoti trasportare dalle onde.



Guardando però il tutto con gli occhi curiosi. Con gli occhi di chi guarda e vuol vedere. Così come un ingegnere anni fa, guardava uno scarabeo. E dalle sue forme dalle sue curve ha poi progettato un icona. Tu lo conosci come Maggiolino prodotto dalla Wolkswagen. Porsche il nome dell’ingegnere.
La natura. Il design. Il resto è storia.
Ecco questo è uscire dal coro. Questo è guardare ciò che ci circonda con un occhio diverso, un occhio curioso. Ed allora tutto assume un altra dimensione.
Ti diverti. Ti rilassi e trovi nuove idee nuovi spunti semplicemente così. In relax.



Sei al mare, una passeggiata sul lungo mare. Vedi il blu intenso dell’acqua ed ascolti il sound delle onde. Difronte a te una spiaggia attrezzata. Magari non la tua meta. Un oggetto ti coglie l’occhio. Una semplice altalena. La tua prima giostra da bambimo. Oggi la guardi con occhi curiosi e vedi potenzialità nascoste. Un altalena si trasforma in un comodino. Due funi dal soffito, un asse di legno meglio se grezzo. Ed il gioco è fatto. D’impatto. Naturale. Di design. Facile progettazione facile installazione. Certo forse non naturale nel vero senso del termine, ma sicuro un idea nata in un contesto assolutamente piacevole.



Sempre al mare. Questa volta in barca. Le onde ti cullano, le vele gonfiate dal vento direzionano verso la tua meta. Guardi una cima. E’ una corda con un nome più importante. La guardi e ti ricorda il piacere della vela. Il piacere della libertà. Ed allora ecco che scatta l’occhio curioso, e l’intuizione geniale; proprio com’è accaduto all’Architetto Caccia. Amante della vela. Amante del design. Progettando il suo studio nella nuova casa ha voluto inserire la lampada “Cima” di Lodes. Così ogni volta che progetta alla propria scrivania, guardando la “Cima” si sente più libera e piacevolmente creativa. Un piccolo oggetto, che poi “piccolo” non è, a volte ridefinisce l’intero progetto di un ambiente.
Vedi? Un altro esempio di quanto bello possa esser cercare il design immergendosi nella natura….

Abbiamo visto come uno scarabeo possa disegnare un icona automobilistica, o come due oggetti apparentemente semplici possano trasformarsi in prodotti di design, ti lascio un altro punto di vista per farti vedere con gli occhi di noi PersonalDesigners. Questa volta ti porto in alta quota. In montagna al fresco. Immerso nel verde un sentiero giusto. In linea con le tue capacità. Alberi che ti accompagnano nel cammino. Alberi maestosi con rami complessi e forti. Alcuni rami a terra. Inermi. Ed allora oggi che li guardi con altri occhi, vedi quello che non sono ma posson essere.
E ti scopri nella tua nuova casa a guardare le mensole sulla parete sorrette da splendidi rami che giacevano lungo il tuo sentiero. Non male vero?
Ecco come hai notato, ti ho parlato di rami a terra. Non di tranciare rami dagli alberi. Questo non sarebbe cercare il design nella natura. Sarebbe rovinare la natura…



Oggi ho un po’ voluto giocare. Ho davvero inserito nell’articolo quella parte creativa che mi dona gioia e mi permette di fare il mio lavoro con passione ed emozione.
Oggi Ti ho portato quattro esempi. Tanti altri ti aspettano. Non voglio però raccontartene altri per non toglierti il bello del gioco. Il gusto di sperimentare il gusto di uscire dagli schemi. Poi certo, se hai bisogno di consigli se t’interessa approfondire il discorso noi PersonalDesigners siamo ben felici di aiutarti, scrivici e sarà un piacere risponderti.
Che dire… come vedi è il bello della natura. Il bello di sperimentare. Perchè alla fine è tutto molto semplice. La traduzione, che faccio io della parola Design è davvero semplice. Design=Libertà. Perchè nel design non esistono regole, l’unica regola è che emozioni chi lo vive.

Buone vacanze!! Se trovi altre idee, altri punti di vista fuori dall’ordinario condividili!! Iscriviti alla nostra Community!!
Se ti è piaciuto l’articolo condividilo con i tuoi amici. Fai scoprire anche a loro il bello di uscire dal coro!



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: