Valorizzare un soggiorno con la carta da parati

In queste vacanze di Natale ti raccontiamo di un piccolo intervento di interior design, realizzabile in qualsiasi casa e capace di portare un tocco originale senza stravolgerla.
S. ed F. ci avevano chiesto proprio questo: un’idea “diversa” per dare vita alla parete dietro al divano, che non comportasse grandi modifiche o interventi.

L’analisi e gli obbiettivi

S. e F. avevano già fatto un ottimo lavoro con la loro casa. La zona giorno, caratterizzata da un’atmosfera rilassante data da linee pulite addolcite da toni neutri e tocchi in legno, aveva già un carattere ben delineato. Mancava solo quel “tocco in più” sulla parete più lunga della stanza, quella dietro al divano.

La zona giorno prima del nostro intervento

Progetto: atmosfera e stile

L’idea di valorizzazione prevedeva l’utilizzo di una carta da parati in modo da inserire una texture per dare interesse alla parete. Al tempo stesso non volevamo appesantire l’ambiente con una presenza troppo forte, dato che la stanza ospitava già tanti elementi.

Abbiamo quindi definito due linee guida:

  • colori e texture della carta avrebbero ripreso le tinte già presenti nella stanza, puntando su colori neutri e su effetti leggeri, lineari, delicati
  • la carta non avrebbe dovuto rivestire l’intera parete, ma solo una porzione in corrispondenza del divano

Un quadro contemporaneo

E’ nata così l’idea di creare una controparete di forma rettangolare che assecondasse lo sviluppo in lunghezza della parete, una sorta di “quadro” sospeso sopra al divano, da rivestire con una carta da parati.

Così facendo abbiamo:

  • delimitato una porzione di parete su cui posare la carta da parati
  • creato una struttura tridimensionale che ha portato interesse e dinamismo ad una superficie molto estesa e “piatta”
  • proposto un elemento facile da realizzare e altrettanto semplice e veloce da rimuovere

Le fasi della realizzazione

  • STEP 1 : una simulazione mediante fotoinserimento per valutare l’impatto della controparete e per scegliere la carta da parati
  • STEP 2 : i disegni tecnici di studio per individuare le dimensioni, i quantitativi di materiali da ordinare e i sistemi di fissaggio
  • STEP 3 : l’installazione con fissaggio dei listelli alla parete, il posizionamento dei pannelli di MDF (sporgenti rispetto ai listelli in modo da creare un effetto “sospeso”), la stuccatura dei fori ed infine la stesura della carta da parati

Cosa ne pensi di questo uso un po’ diverso della carta da parati? Ti piacerebbe per la tua casa? Faccelo sapere qui nei commenti!

Se desideri ricevere altre idee per rinnovare i tuoi interni iscriviti alla newsletter mensile: scoprirai le tecniche che noi interior designer applichiamo per la creazione dei nostri progetti, ti porteremo alla scoperta dei nostri ultimi lavori e delle novità di design più interessanti.

Il restyling della casetta nel bosco

Non tutti i progetti prevedono uno stravolgimento totale degli spazi e dello stile di una casa. Sicuramente quelli più “invasivi” hanno un forte impatto e danno subito l’idea di un grande miglioramento.
In questo caso la signora M. voleva apportare delle piccole migliorie a questa seconda casa, collocata nei boschi delle colline affacciate sul lago di Garda.

L’analisi e gli obbiettivi

Da un lato la signora M. necessitava di rinnovare la cucina per renderla più funzionale: elettrodomestici datati, un top rovinato con un lavello troppo ingombrante, un angolo poco sfruttato e dall’aria trascurata. Dall’altro ci siamo subito resi conto che in una casa di dimensioni così ridotte serviva creare un filo conduttore che unisse la varie stanze. Soprattutto mancava un po’ di vivacità rispetto al carattere solare e frizzante della proprietaria.

Progetto: atmosfera e stile

L’obbiettivo dell’intervento è stato quindi quello di mantenere pavimenti e arredi, lavorando invece sui dettagli, sulle tinteggiature e sui tessili per portare in ogni stanza i colori della natura che circonda la casa, con un tocco di calore e vivacità. E, perché no, qualche richiamo country adatto ad una casetta avvolta dal bosco.
Particolare cura è stata dedicata alla scelta dei tessili:

  • le piccole finestre affacciate sul bosco sono state valorizzate scegliendo per tutte lo stesso delicato tessuto in pizzo San Gallo
  • nella zona giorno abbiamo puntato su un motivo floreale di ispirazione inglese che riprendesse i colori della stanza: marrone del legno, rosso del frigorifero, blu dei piatti appesi sul camino, e verde della natura circostante. A questo abbiamo abbinato un motivo a scacchi rosso e bianco. Con questi tessuti abbiamo confezionato i cuscini per il divano, la tenda per il camino (non più funzionante, e trasformato in vano dispensa), la tenda che divide la zona giorno dal disimpegno, il runner per la tavola e i deliziosi fiocchi dei cuscini da sedia

Per unificare tra loro le varie stanze abbiamo utilizzato la tinteggiatura: rimosso il giallino ormai datato, abbiamo utilizzato un bianco “morbido” e luminoso, tinteggiando la parte inferiore in verde salvia, creando così un effetto boiserie continuo su tutte le pareti della casa.

L’intervento più radicale l’abbiamo eseguito nella camera da letto, che purtroppo ha un affaccio piuttosto sacrificato sull’esterno e non gode della piacevole vista del bosco come le altre stanze. Perché quindi non portare un po’ di vegetazione all’interno? Con questa carta da parati abbiamo dato al tempo stesso profondità visiva e personalità alla stanza, integrandoci perfettamente con i colori scelti per la tinteggiatura.

Prima & Dopo

Foto a confronto per valutare tutti i piccoli interventi che hanno rinnovato questo spazio:

Le idee da copiare

Cucina ridotta ai minimi termini? Non sprecare nemmeno un piccolo angolo…ma fallo con stile! La boiserie completa la linea delle piastrelle preesistenti e presenta delle fresate (incisioni) orizzontali che riprendono la linea delle fughe. Il legno utilizzato è lo stesso del tavolo da pranzo: in questo modo gli elementi aggiunti si integrano perfettamente nella stanza.

Quando una stanza ha dimensioni ridotte, coordinare stile e colori di tessili ed elementi decorativi aiuta a dare coesione e a non sovraccaricare l’ambiente con troppi stimoli diversi. Qui abbiamo optato per un’atmosfera British ispirata dalle stampe della proprietaria.

Se utilizzi la pittura con effetto boiserie (quindi con una tinta a contrasto, generalmente più scura, nella parte inferiore di tutte le pareti), utilizza un bordo, un profilo a rilievo o una semplice linea di colore a contrasto sullo stacco tra le due tinte: otterrai subito un effetto più rifinito.

Per creare una parete ad effetto sopra al divano non serve per forza investire un capitale: cornici di recupero tutte uguali, disegni ritagliati da un vecchio calendario, e il gioco è fatto!
L’importante è sempre scegliere un tema che dia senso al tutto. Qui i richiami alla natura sono il fil rouge di tutto l’intervento decorativo.

Vuoi osare con un tocco originale? Riservalo ai piccoli dettagli, facilmente sostituibili se dovessi aver voglia di cambiamento. I fiocchi sono stati confezionati in modo da poter essere all’occorrenza sfilati senza dover rifare i cuscini.

Noi siamo rimasti totalmente affascinati dall’atmosfera di questa piccola casa immersa nel bosco, e per il suo restyling abbiamo pensato ad ambienti colorati e accoglienti. Cosa ne pensi, ci siamo riusciti? Ti aspettiamo qui sotto nei commenti!
E se desideri ricevere più idee per rinnovare i tuoi interni iscriviti alla nostra newsletter mensile: spunti, tecniche di interior design e gli ultimi trend selezionati da noi PersonalDesigners direttamente nella tua casella mail.

Una casa di montagna in stile moderno

Quando abbiamo conosciuto V. e C. la loro casa nata dalla riconversione di un fienile era quasi ultimata a livello strutturale e distributivo, ma gli interni erano ancora da studiare, sia nella disposizione degli arredi e dell’illuminazione che nella scelta di materiali e finiture.
Il loro desiderio era quello di valorizzare la vista sul panorama montano, ma al tempo stesso di svincolarsi dai cliché di casa di montagna per dare vita ad uno stile moderno e luminoso, più in linea con la loro personalità e il loro stile di vita.

L’analisi e gli obbiettivi

Pianta dell’immobile: a destra il primo piano con l’angolo irregolare in corrispondenza della cucina

V. e C. avevano fin da subito impostato la distribuzione degli spazi in funzione della fruibilità del panorama: la zona notte al piano inferiore e l’ampia zona giorno al piano superiore con il meraviglioso affaccio sulla vallata.

L’elemento più importante della casa era in questo caso la vista, la continuità visiva tra interno ed esterno: fondamentale quando il clima è rigido per molti mesi all’anno e la vita si svolge prevalentemente tra le mura domestiche.
Da valorizzare anche il grande tetto il legno, unica concessione e richiamo all’architettura di montagna.

L’elemento da “correggere” era invece l’angolo tra i muri dove sarebbe stata posizionata la cucina, che invece di essere a 90° risultava più chiuso, generando delle geometrie irregolari che non soddisfacevano il gusto dei committenti.

La prima proposta di progetto con la cucina posizionata sull’angolo irregolare

Progetto: atmosfera e stile

Prendi un vecchio fienile, adagiato sul fianco di una montagna, aperto sul panorama: che sensazioni ti evoca?
Siamo certi che molte persone penserebbero a una “scatola” in legno, calda e avvolgente, dal sapore retrò.

V. e C., nati nel contesto montano, sognavano invece uno stile molto più contemporaneo e in linea con la loro vita di coppia, e poco dopo di famiglia.
Una casa sempre accogliente, ma pratica, semplice, moderna. Dove invitare gli amici e crescere i propri figli guardando al futuro più che alla tradizione.

Ecco quindi la scelta di valorizzare le travi del tetto con una tinta noce di media intensità, e di richiamarle nel pavimento effetto legno ma realizzato in un più pratico gres.
Su questa base si è scelto di intervenire pochissimo: bianco per pareti e arredi principali, e qualche particolare scuro per dare carattere e mantenere il giusto livello di contrasto.
Le luci calde scelte per illuminare la stanza contribuiscono a dare quella sensazione accogliente che non poteva mancare nei desideri di V. e C.

La controparete in cartongesso

L’intervento che più ha caratterizzato il progetto…non si vede!
Su tutto il perimetro interno dell’edificio era in programma la realizzazione di una controparete isolata in cartongesso. In accordo con i committenti abbiamo sfruttato questo elemento per rettificare l’angolo della cucina, riuscendo così a ricreare una geometria armonica e perdendo solo pochi centimetri che in una stanza così ampia non hanno compromesso la funzionalità degli spazi.

Le idee da copiare

Quando hai una vista che vuoi valorizzare, ricordati di lasciare il più possibile libero lo spazio in prossimità della vetrata: in questo modo entrando nella stanza lo sguardo sarà libero di spaziare verso l’esterno.
Tavolo e sedie hanno le parti strutturali molto sottili in modo da non occludere la visuale.

Se ami avere ospiti e decidi di inserire un tavolo importante al centro della stanza, ricava un angolo più intimo inserendo una piccola penisola per i momenti a due. Utilizzando un materiale diverso da quello del tavolo le darai una sua personalità, contribuendo a creare un’atmosfera diversa.

L’illuminazione in una cucina è fondamentale, assicurati di avere almeno due fonti luminose: una diffusa per rischiarare l’ambiente, e una diretta sul piano di lavoro per vedere chiaramente durante la preparazione dei cibi.

La geometria degli arredi e la geometria dello spazio in cui sono inseriti devono procedere di pari passo: per questo motivo la controparete è stata sagomata riprendendo l’andamento dei pensili.

Se ti piace l’idea di poter personalizzare i tuoi spazi con dell’oggettistica, ricordati di inserire alcune mensole o vani a giorno di differenti dimensioni in funzione degli oggetti che vuoi inserire.

Ti piace l’utilizzo di uno stile moderno anche in un contesto di montagna o preferiresti un effetto più tradizionale? Faccelo sapere qui sotto nei commenti!
E non dimenticare di iscriverti alla nostra newsletter mensile per ricevere idee e spunti pronti da applicare nel progetto della tua casa…

Una villa in stile lineare

La richiesta di E. e M. per la loro villa in costruzione era quella di poter avere una casa in stile moderno, dalle linee pulite ma che risultasse accogliente e in grado di ospitare i loro amici per cene e momenti di convivialità.

L’analisi e gli obbiettivi

La disposizione dei muri ipotizzata dal costruttore era già perfetta per soddisfare le esigenze dei committenti, ma era necessario ottimizzare la disposizione degli arredi, soprattutto nella zona giorno:

  • Cucina: la disposizione a “L” non si prestava all’idea di una zona giorno conviviale, per cui da subito si è deciso di optare per una soluzione ad isola o penisola
  • Tavolo da pranzo: il fulcro della socialità con amici e parenti richiedeva ampi spazi e la possibilità di essere all’occorrenza allungato per ospitare tutti i commensali
  • Divano: qui la parola d’ordine è certamente comodità, senza dimenticare la praticità legata alla presenza in casa di due gatti

L’altro tema fondamentale della progettazione era quello di valorizzare la grande altezza data dal tetto con travi a vista, illuminando la stanza in maniera ottimale.

Progetto: atmosfera e stile

Luminosità, pulizia formale e al tempo stesso calore e accoglienza declinati in chiave moderna, con un tocco materico.
Su queste linee guida è stata costruita una moodboard a base di colori neutri chiari, legno in tinta naturale, piccoli tocchi di colori scuri a contrasto e un dettaglio in pietra grezza. Una palette perfetta per valorizzare le linee essenziali della composizione e dei singoli arredi.

L’illuminazione e cartongessi

Il tema della luce è stato quello più sentito all’interno del progetto.
Scelto uno stile molto moderno e lineare, i committenti non volevano né le classiche lampade a parete né un’illuminazione con lampadari o plafoniere, che mal si sarebbero adattati al tetto con travi a vista.
E’ nato quindi il progetto di una veletta in cartongesso lungo il perimetro della zona giorno, perfetta per ospitare nella parte superiore delle barre a LED e in quella inferiore dei faretti, garantendo un’illuminazione ottimale sia verso l’alto che verso il basso.

Le idee da copiare

La cucina conviviale: è quella che ti permette di cucinare rivolto verso il resto della stanza in modo da interagire facilmente con le altre persone. Posiziona qui piano cottura e lavello, ma assicurati di avere sufficiente piano libero per poterci lavorare.

Il bancone snack: perfetto per un aperitivo con gli amici in attesa della cena, per stuzzicare qualcosa insieme mentre finisci di cucinare e la tavola è già apparecchiata per le prossime portate.

L’illuminazione sulla zona operativa: qualsiasi sia la forma della tua cucina, non dimenticarti di inserire una fonte di luce diretta sopra al piano di lavoro.

Se come in questo caso hai un soffitto con travi molto alto, crea una veletta in cartongesso in cui alloggiare i corpi illuminanti. Ricordati che per valorizzare l’altezza della stanza è importante rischiarare adeguatamente il soffitto.

Crea due accensioni separate per dividere le luci verso il basso da quelle verso l’altro: questo ti permette di dar vita a diversi scenari luminosi, adatti ad ogni occasione d’uso.

Se ti piace avere ospiti, assicurati che il tuo tavolo sia semplice da allungare e che attorno ci sia abbastanza spazio per poterlo fare comodamente. Poi posizionalo nella zona più luminosa della stanza per godere della luce naturale durante i pasti.

Quando inserisci diversi corpi illuminanti in una stessa stanza – come in questo caso in cui abbiamo delle barre a LED sopra alla veletta e dei faretti nella parte inferiore – assicurati che abbiano tutti la stessa “temperatura” (questo è il termine corretto per indicare il colore della luce): otterrai un effetto coordinato ed elegante.

Per dare un tocco di calore e matericità ad un ambiente con molti elementi chiari gioca con il legno e la pietra sfruttando i loro toni caldi e naturali per vivacizzare e personalizzare l’ambiente.

Quale idea ti ha colpito di più e porteresti nella tua casa?
Scrivici qui sotto nei commenti!
Se desideri ricevere più idee per rinnovare i tuoi interni iscriviti alla nostra newsletter mensile: spunti, tecniche di interior design e gli ultimi trend selezionati da noi PersonalDesigners direttamente nella tua casella mail.

Il restyling della dependance sul lago privato

F. e M. avevano curato in prima persona la realizzazione della dependance nel loro giardino. Avevano voluto un ambiente conviviale che gli permettesse di godere in modo diretto il rapporto con l’esterno, l’affaccio sul lago privato e l’accesso alla piscina. Ma dopo alcuni anni non erano più soddisfatti del carattere rustico-tradizionale che avevano scelto per questo ambiente. In più volevano inserire il camino che avevano recuperato dal loro appartamento e non sapevano come contestualizzarlo.

L’analisi e gli obbiettivi

Siamo partiti analizzando insieme i punti di forza, gli aspetti da migliorare e i nuovi obbiettivi da raggiungere:

  • rinnovare il mood generale creando continuità con lo spazio esterno
  • adottare uno stile più contemporaneo e attuale, evitando un moderno troppo spinto
  • rinnovare gli arredi per renderli più funzionali ed in linea con il nuovo stile
  • rendere più luminoso lo spazio e migliorare l’illuminazione
  • inserire il camino di recupero
  • creare un accesso fisso al soppalco/ripostiglio
  • mantenere finestre, pavimenti e impianti della cucina per non rendere l’intervento troppo oneroso

Progetto: atmosfera e stile

Gli ambienti più interessanti sono quelli capaci di instaurare un dialogo profondo con l’ambiente che li circonda.
Per trovare ispirazione è stato sufficiente guardare fuori dalle ampie finestre: verde, azzurro, luminosità e leggerezza sono diventati la base stilistica del progetto. Al tempo stesso era importante richiamare l’aspetto rurale e materico del contesto e abbiamo aggiunto legno, ferro e un tocco “grezzo” ai nostri materiali di progettazione.
La decisione più importante è stata quella di non puntare tutto su di un unico stile, ma di mixare pezzi più moderni ed essenziali con altri tendenti all’industrial style ed alcuni elementi di recupero per dare un’atmosfera vivace, vissuta e non standardizzata.

Le idee da copiare

L’effetto boiserie dato dalla pittura: una soluzione low cost per portare colore nella stanza senza dipingere totalmente le pareti. L’ideale se cerchi un tocco vintage/country ma al tempo stesso essenziale.

Lo scaffale a giorno dove esporre in maniera ordinata vecchi cimeli e ricordi di famiglia: un tocco personale che scalda e personalizza l’ambiente.

Il camino oltre ad essere il punto focale della stanza, è stato strutturato in modo da avere una doppia funzione: da un lato seduta aggiuntiva a completamento dell’angolo conversazione, dall’altro porta TV.

Valorizza una parete simmetrica enfatizzando questa caratteristica anche con l’illuminazione.

Recupera e trasforma i pezzi d’arredo che possiedi e più ami. In questo caso il proprietario ha voluto mantenere la credenza e si è dedicato personalmente alle lunghe fasi di carteggiatura per riportarla alla tinta naturale del legno.
Ora si sposa perfettamente con i colori del tavolo, delle sedie e degli altri complementi in legno che abbiamo inserito nell’ambiente.

Se hai un tavolo molto lungo valorizzalo con un lampadario che ne assecondi la forma. Qui abbiamo scelto di recuperare una vecchia trave a cui abbiamo aggiunto lampadine vintage, ottenendo un pezzo unico come il tavolo che illumina!

La cucina si trova nella zona meno luminosa della stanza: se come noi hai bisogno di rischiarare una nicchia, punta tutto su arredi minimal in total white, da ravvivare con piastrelle colorate e rigorosamente lucide, per riflettere la luce e creare un effetto di movimento.

Quale idea replicheresti nella tua casa? Ti aspettiamo qui sotto nei commenti!
E se desideri ricevere più idee per rinnovare i tuoi interni iscriviti alla nostra newsletter mensile: spunti, tecniche di interior design e gli ultimi trend selezionati da noi PersonalDesigners direttamente nella tua casella mail.